News OneAccesso rapido

Procedura adesione e prenotazioni per i cittadini.

Apri
News OneAccesso rapido

Procedura adesione e prenotazioni veicoli Comm.li Bi-Fuel

Apri
News OneAccesso rapido

Procedura adesione e prenotaz. veicoli Comm.li Dual-Fuel

Apri

INCENTIVI ALLE TRASFORMAZIONI A GAS DEGLI AUTOVEICOLI

banner

Hanno diritto all’incentivo le persone fisiche e giuridiche che hanno la residenza e/o la sede legale/operativa in un Comune aderente alla Convenzione ICBI, le quali provvedono all’installazione di un impianto di alimentazione a GPL o metano su un veicolo di proprietà alimentato a benzina.
Il sistema prevede la prenotazione cronologica dei contributi on-line, l’anticipazione del contributo da parte dell’installatore e il rimborso diretto dell’incentivo all’officina.
Hanno diritto al contributo di:

  • € 500,00 le persone fisiche e le persone giuridiche residenti/aventi sede nei Comuni aderenti alla Convenzione ICBI che collaudano un impianto di alimentazione a GPL sul proprio veicolo Euro 2/Euro 3 immatricolato dopo il 01/01/1997.
  • € 650,00 le persone fisiche e le persone giuridiche residenti/aventi sede nei Comuni aderenti alla Convenzione ICBI che collaudano un impianto di alimentazione a METANO sul proprio veicolo Euro 2/Euro 3 immatricolato dopo il 01/01/1997.

Il contributo riconosciuto all’utente è costituito da € 150 di sconto da parte dell’installatore sul costo della trasformazione che non può superare il listino prezzi massimi e da € 350 per il GPL/€ 500 per il metano di contributo erogato da ICBI. L’applicazione dello sconto da parte dell’installatore deve essere evidenziato in fattura o ricevuta fiscale ed è condizione indispensabile per l’ottenimento del contributo ICBI. Lo sconto applicato dall’installatore, a differenza dell’incentivo, non viene rimborsato da ICBI, ma è a carico dell’officina.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

INCENTIVI ALLE TRASFORMAZIONI A GAS VEICOLI COMMERCIALI INFERIORI A 3,5T

A) BI-FUEL (Benzina/GPL e Benzina/metano)

B) DUAL-FUEL (Diesel/GPL e Diesel/Metano)

A) BI-FUEL

Hanno diritto all’incentivo le persone giuridiche che abbiano la sede legale o operativa in un Comune aderente alla Convenzione ICBI, che provvedono all’installazione di un impianto di alimentazione a GPL o metano su un veicolo commerciale di peso inferiore a 3,5t alimentato a benzina che risulti di loro proprietà od oggetto di contratto di leasing. Il collaudo dell’impianto a gas deve avvenire successivamente all’apertura della procedura di prenotazione.
Il contributo è di:

  • € 750,00 per le trasformazioni a GPL di veicoli daEuro 2 in poi immatricolati dopo il 01/01/1997
  • € 1.000,00 per le trasformazioni a METANO di veicoli da Euro 2 in poi immatricolati dopo il 01/01/1997

Non è previsto lo sconto da parte dell’installatore. Anche in questo caso ci sarà la prenotazione cronologica dei contributi on-line, l’anticipazione del contributo da parte dell’installatore e il rimborso diretto dell’incentivo all’officina.

Possono beneficiare degli incentivi i veicoli commerciali leggeri rispondenti alle seguenti caratteristiche:

  • Vetture M1/veicoli commerciali N1 destinati al servizio di noleggio (con o senza autista)
  • Vetture M1/veicoli commerciali N1 destinati alle attività commerciali ed artigianali
  • Veicoli commerciali N1 per il trasporto merci urbano

L’accesso ai contributi, limitatamente ai mezzi aventi le caratteristiche sopra descritte , è possibile solo per l’esercizio di attività di trasporto in conto proprio.

 

 

B) DUAL-FUEL

Sono ammissibili alle agevolazioni le aziende che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:

a. essere aziende o enti pubblici aventi sede in un Comune aderente alla Convenzione ICBI;

b. aver nominato il Mobility Manager Aziendale o di Area;

c. essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese;

d. essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti civili, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;

e. non trovarsi in nessuna delle condizioni individuate dall'art. 1 del Regolamento CE 1998/2006, nel rispetto del regime comunitario de minimis;

f. essere disponibili a sottoporre i veicoli trasformati al monitoraggio delle prestazioni previste dal al paragrafo 8, punti a e c del testo relativo alle linee guida ICBI 2016.

I contributi sono destinati ai veicoli commerciali leggeri N1 inferiori a 3,5t, con esclusione di quelli che sono destinati ad attività di trasporto merci in conto terzi.
E’ riconosciuto un contributo di € 750,00 per ogni veicolo commerciale trasformato diesel/GPL e di € 1.000,00 per ogni veicolo trasformato diesel/metano.
Il costo delle trasformazioni dovrà rispettare il listino prezzi massimi (allegato 1), concordato dalle Associazioni rappresentative del comparto industriale e artigianale GPL e metano autotrazione.

PER LE INIZIATIVE DESTINATE AI CITTADINI ED AI VEICOLI COMMERCIALI BENZINA INF. A 35t. (BI-FUEL)
la trasformazione del veicolo deve essere eseguita presso un installatore aderente all’iniziativa (vedi elenco adesioni).
La data del documento fiscale (fattura o ricevuta fiscale) comprovante la trasformazione a gas e l’applicazione dell’incentivo, l’autocertificazione del beneficiario e il collaudo del veicolo a gas deve essere successiva alla data di apertura delle prenotazioni.
Le persone giuridiche che beneficiano del contributo devono trovarsi nei limiti della regola de minimis, ossia entro € 200.000,00 complessivi di aiuti negli ultimi tre anni di cui al regolamento (CE) n. 1998/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006.
Non hanno diritto ai contributi le imprese che esercitano attività trasporto merci in conto terzi o nel settore della pesca e dell’agricoltura.
Gli incentivi non sono cumulabili con contributi statali o di altra natura assimilabile.
Sarà seguito il rigido ordine temporale di prenotazione; ogni installatore aderente non potrà superare il tetto massimo di 15 prenotazioni settimanali.
Il collaudo dovrà avvenire entro 120 giorni dalla data di prenotazione pena l’annullamento della prenotazione stessa.

PER TUTTE LE INIZIATIVE CON PARTICOLARE RIGUARDO ALL'INIZIATIVA RELATIVA AI VEICOLI COMMERCIALI DUAL-FUEL

Al fine di poter conseguire i contributi descritti è necessario approfondire le modalità per l'ottenimento degli stessi attraverso l'attenta lettura delle procedure operative contenute nelle sezioni dedicate.

informazioni utili

News Three
Stato Fondo
Avvisiamo i cittadini e gli installatori che attualmente è stato impiegato circa il 73% del fondo destinato ai cittadini e circa il 8% del fondo destinato ai veicoli commerciali.

 

News One
I.C.B.I. 2016

 

In data 10/03/2016 saranno aperte le adesioni all'iniziativa I.C.B.I. 2016, successivamente si potranno prenotare le prime pratiche, tramite i link di accesso, dalle ore 10:00 del 21/03/2016. Ricordiamo che non si possono effettuare più di 15 prenotazioni a settimana, ricordiamo inoltre di leggere attentamente le linee guida relative alle varie sezioni. Per qualsiasi informazione potete contattarci telefonicamente o tramite e-mail helpincentivi@imagoservizi.it o v.proni@imagoservizi.it.
29 gennaio 2016

News Two
Sito comune I.C.B.I Parma
Per ulteriori informazioni: 

Mail: icbi@comune.parma.it
News One
ANNULLAMENTO PRENOTAZIONI SCADUTE ICBI E ATTIVAZIONE LISTA DI ATTESA MODALITA’ DI RECUPERO CONTRIBUTI.

In data 03/06/2013 sono state annullate d’ufficio tutte le prenotazioni ICBI alle quali non ha fatto seguito idonea documentazione per il rimborso, in quanto sono scaduti i termini di validità delle stesse. Si è proceduto inoltre ad annullare anche le pratiche sospese per documentazione incompleta o errata, i cui termini per l’integrazione sono scaduti. Si è quindi reso disponibile un residuo di fondo che permette l’attivazione di tutte le prenotazioni in lista di attesa. Visto che si tratta di prenotazioni relative al 2012, gli installatori sono tenuti a segnalare l’intenzione di usufruire dei contributi attivati, entro e non oltre il 21 giugno 2013 all’indirizzo e-mail helpincentivi@imagoservizi.it o al fax n. 06/86324407. Oltre questa data le prenotazioni attivate dalla lista di attesa verranno annullate d’ufficio. Si avvertono gli installatori che i rimborsi degli incentivi non potranno rispettare i tempi indicati dall’Accordo di Programma, a causa di problematiche dovute all’iter di liquidazione previsto dalle norme riguardanti le Amministrazioni comunali.

03 GIUGNO 2013